IN PRIMO PIANO

Pet Word incontri informativi

Pet word Un ciclo di incontri per saperne di più sui nostri animali domestici L'arrivo di un cucciolo di cane in famiglia è sempre un momento di festa, ma richiede anche nuove responsabilità e consapevolezza della diversità animale. ...
Continua..
WWF libera cardellino tenuto illegalmente in gabbia

WWF libera cardellino tenuto illegalmente in gabbia L’uccellino era stato catturato e illecitamente detenuto presso l’ufficio dei custodi del cimitero comunale. Adesso è stata avviata un’indagine penale, poiché il cardellino è ...
Continua..
A Milano inaugurata la nuova area cani

Inaugurata la nuova area cani di P.le Accursio seMiniAmo è il progetto di Corporate Social Responsibility, ideato dall’agenzia di comunicazioneZack Goodmanin collaborazione con ilComune di Milano, che attraverso la partnership con la ...
Continua..
Chiusa con enorme successo la prima edizione di Pets In The City

Grande successo per Pets In The City il nuovo evento per tutti gli amanti dei pet! La manifestazione è stata accolta con entusiasmo da chi possiede "pet” o chi vorrebbe adottarli,in un contesto piacevole e ricco di proposte coinvolgenti. T ...
Continua..
Poldo, cane maltrattato e percosso, diventa mascotte di QuattroZampeinFiera

Il cagnolino, maltrattato e incatenato per quattro anni, è stato salvato dalla ‘Leidaa Como e provincia’ (Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente). Ca’ Zampa ha subito deciso di prenderlo in cura e porre fine alle sue sofferenze. Pold ...
Continua..
PURINA E "PETS IN THE CITY” PER CONTRIBUIRE A MIGLIORARE LA VITA DEI PET E DI CHI LI AMA

Milano Pets in the City 4 - 6 ottobre 2019 PURINA E "PETS IN THE CITY” PER CONTRIBUIRE A MIGLIORARE LA VITA DEI PET E DI CHI LI AMA  In occasione della manifestazione fieristica, Purina presenta attività educative e ludiche per sensibiliz ...
Continua..

 Cane Lupo Cecoslovacco

Quanto di "lupo” in un cane da compagnia?

Uno studio congiunto dell’Università degli Studi di Milano e di Pisa ha indagato l’uso dello sguardo (gazing behaviour) verso gli umani nel Cane Lupo Cecoslovacco, nel Labrador Retriever e nel Pastore Tedesco in un "Impossible task”, evidenziando nel primo un comportamento più simile a quello delle razze canine antiche e più simili geneticamente al lupo.

IlCane Lupo Cecoslovacco per la sua recente e meno intensa selezione artificiale è una razza più simile alle razze canine antiche e primitive, geneticamente più vicine al lupo, e meno orientata verso l’essere umano rispetto a razze che sono andate incontro a una maggiore selezione da parte dell’uomo come il Labrador Retriever.

Ecco il risultato di una ricerca durata due anni realizzata grazie a una collaborazione tra Elisabetta Palagi (professore associato di Zoologia del Dipartimento di Biologia dell’Università di Pisa), Veronica Maglieri ed Erica Tommasi (studentesse dell’Università di Pisa) ed Emanuela Prato-Previde (professore associato di Psicologia del Dipartimento di Fisiopatologia Medico-Chirurgica e dei Trapianti dell’Università degli Studi di Milano), pubblicata su Royal Society Open Science.

IlCane Lupo Cecoslovacco sta conoscendo un periodo di crescente popolarità e viene sempre più considerato un vero e proprio pet, ma sono ancora pochi gli studi in letteratura sul suo comportamento. Proprio per questo motivo, il team di ricerca ha indagato il gazing behaviour (ovvero il comportamento dello sguardo) in questa razza, comparandolo con quello di altre due razze: il Labrador Retriever (una delle razze più socievoli) e il Pastore Tedesco (la razza geneticamente più vicina al protagonista dello studio), tutti animali domestici che vivono in famiglia. Il gazing behaviour è un comportamento in cui lo sguardo di un individuo viene indirizzato verso il volto, in particolare verso gli occhi, di un altro individuo, in questo caso un soggetto umano adulto. Questo comportamento viene ritenuto centrale nella comunicazione e nella relazione tra cane e umano.

Ilgazing è presente, in varia misura, in tutte le razze canine, ma sembra essere estremamente ridotto nel lupo, la forma selvatica da cui il cane deriva. I cani sono stati sottoposti al protocollo sperimentale Impossible Task, che consiste nel mettere il soggetto davanti ad una situazione impossibile da risolvere, per verificare se e come "chiede aiuto” attraverso lo sguardo, rivolgendosi allo sperimentatore o al proprietario.

Quello che è emerso è un gradiente di gazing behaviour, che ha il suo minimo nel Cane Lupo Cecoslovacco e il massimo nel Labrador Retriever. I Pastori Tedeschi invece sono risultati come una sorta di forma intermedia tra le altre due razze, non distinguendosi significativamente da nessuna delle due. Se non ci sono differenze significative per quanto riguarda la quantità (in secondi) di gazing behaviour, ci sono senz’altro differenze per quanto riguarda il modo di effettuare il comportamento: i Cani Lupo Cecoslovacchi infatti hanno lanciato occhiate molto più fugaci e veloci, più simili a quelle dei lupi, contrariamente agli altri due gruppi che invece hanno spesso diretto sia lo sguardo che il muso verso i loro compagni umani.

Le differenze di comportamento delle tre razze sono state ancora più evidenti quando il team ha analizzato le preferenze di gazing: il Cane Lupo Cecoslovacco ha preferito dirigere lo sguardo verso le sperimentatrici, mentre i Pastori Tedeschi preferivano i loro padroni. Nessuna preferenza è stata rilevata invece per i Labrador Retriever, che hanno guardato a lungo e indifferentemente verso entrambi i soggetti umani.

Questo potrebbe suggerire che lo sguardo dei primi è rivolto alla persona che ha manipolato la ricompensa, indipendentemente dal legame "affettivo” (il cibo era infatti manipolato solo dagli sperimentatori e non dai proprietari), mentre per i secondi (i più simili geneticamente al Cane Lupo Cecoslovacco) sembra prevalere il legame sociale con il proprietario (il padrone è la persona da cui sono soliti ricevere aiuto). Nonostante la vicinanza genetica sembra che la selezione artificiale non sia ancora stata in grado di far assomigliare le due razze sotto questo punto di vista.

Per rendere i dati ancora più affidabili, la ricerca è stata svolta (per la prima volta in letteratura) in luoghi completamente familiari per i cani, case o parchi che i cani erano soliti frequentare, in modo che gli animali fossero del tutto a proprio agio, eliminando così qualsiasi fonte di stress che avrebbe potuto alterare i risultati.

Link alla ricerca: https://royalsocietypublishing.org/doi/10.1098/rsos.190946

 


Ti potrebbe interessare anche:


Gentile lettore, puoi richiedere gratuitamente una copia della nostra rivista PET FAMILY.
Bastano pochi click per entrare nel mondo PET FAMILY!


In questa sezione troverai PET FAMILY news in formato digitale, PRONTA DA LEGGERE!


Puoi inserire annunci sul mondo PET e trovare quello che stavi cercando, come ad esempio un nuovo amico!